Orto, versione 3.0

Con l’arrivo della primavera (o meglio estate), come ogni anno dal 2009 a questa parte ho deciso di rifare l’orto.

Se il primo tentativo di due anni fa era andato abbastanza bene, tanto da portarmi ad espanderlo l’anno successivo, questa stagione ho deciso di cambiare completamente.

L’anno scorso l’orto era un po’ troppo grande per gestirlo nel tempo libero, e con l’arrivo di altri tre cani (i due di Kirsten e Andy, che vivono ancora qui, e Benji), proteggerlo era diventato impossibile. Cosi’ stavolta ho ridotto le dimensioni e alzato una staccionata di bamboo per evitare che i cani andassero a cagarci o scavare.

Inoltre Lindsey stavolta ha deciso di partecipare alla costruzione, piu’ che altro decidendo di aggiungere elementi decorativi che prima non c’erano (sono un maschio, e vedo solo l’utilita’ in quello che faccio, non la bellezza).

Il risultato finale?

Sono passato dal rasare al suolo l’orto 2.0:

Vegetable garden version 3.0 !

Il vecchio giardino

E, dopo un mese di duro lavoro (praticamente solo qualche ora nel weekend), ho finito l’orto versione 3.0:

Vegetable garden version 3.0 !

Il nuovo giardino

Vegetable garden version 3.0 !

Olaf contadino

Gia che c’ero, con dei vecchi pezzi di legno e due ante della vecchia cucina, mi sono costruito una mini serra con material riciclato:

Vegetable garden version 3.0 !

Vegetable garden version 3.0 !

Vegetable garden version 3.0 !

Ora devo solo iniziare a piantare pomodori, lettuga, carote e tutta la verdura che qui mangio in quantita’ industriale…

3 Comments

Leave a Reply